Daiichi Sankyo sostiene Bambini Cardiopatici nel Mondo

Medicina e solidarietà.
“Le mani nel cuore”, un libro fotografico per dare speranza ai bambini cardiopatici del mondo Ogni anno nel mondo nascono 1 milione di bambini con cardiopatie congenite, 800.000 non hanno speranza di vita perché nati in Paesi poveri, con strutture mediche inadeguate.
Un libro racconta le storie di chi si impegna per salvarli, e contribuisce alla missione della Onlus Bambini Cardiopatici del Mondo, grazie alla preziosa collaborazione del giornalista e fotoreporter Giovanni Porzio e al sostegno di Daiichi Sankyo Italia.
Roma 14 dicembre 2016 – Ogni anno nel mondo nascono 1.000.000 di bambini con cardiopatie congenite, 800.000 non hanno speranza di vita perché nati in Paesi poveri, privi di medici e strutture ospedaliere adeguate.
Se nei Paesi avanzati le tecniche di cardiochirurgia pediatrica hanno abbattuto la soglia di mortalità a meno del 5%, nei Paesi in via di sviluppo il tasso di mortalità per le cardiopatie congenite ancora sfiora il 90%.
Anche quest’anno Daiichi Sankyo sostiene Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I.
ONLUS, nella realizzazione di “Cuori in Emergenza”, il nuovo progetto che prevede la cura, presso l’.R.C.C.S.
Policlinico San Donato, di bambini affetti da gravi cardiopatie congenite provenienti da Paesi in guerra o ancora in via di Sviluppo.
Il Gruppo farmaceutico ha supportato l’iniziativa contribuendo alla pubblicazione de “Le Mani nel cuore”, il libro fotografico a tiratura limitata creato dal giornalista e fotoreporter Giovanni Porzio.
Le missioni all’estero sono un aspetto fondamentale di Bambini Cardiopatici nel Mondo, la ONLUS nata a Milano nel 1993, dall’ispirazione del prof.
Alessandro Frigiola (primario all’I.R.C.C.S.
Policlinico San Donato) e della prof.ssa Silvia Cirri (responsabile della Terapia Intensiva all’Istituto Clinico Sant’Ambrogio), non soltanto perché tali missioni salvano la vita di centinaia di bambini, ma soprattutto perché puntano allo sviluppo del sistema sanitario locale, costruendo strutture di chirurgia pediatrica nelle aree più depresse del mondo e formando medici, chirurghi e personale sanitario specializzato in grado di operare in loco, così da garantire la continuità e la sostenibilità delle cure.
La grave crisi internazionale che coinvolge diversi Paesi in cui Bambini Cardiopatici nel Mondo A.I.C.I.
ONLUS opera da anni, sta rendendo sempre più difficile organizzare missioni periodiche in loco per intervenire sui bambini affetti da cardiopatie congenite che devono essere trattate con urgenza e con [...]

Leggi tutto l'articolo