Dakota Johnson, in terapia dopo Suspiria: «Le scene hot? Mi aiuta la passione»

Enfant prodige e figlia di Melanie Griffith, Dakota Johnson ha suscitato scalpore per l’interpretazione di Ana Steele, ingenua ragazzina che si lascia divorare dalla passione – pratiche sadomaso incluse – con il miliardario Christian Grey. L’ultimo capitolo della trilogia, Cinquanta sfumature di rosso, esce domani in versione home video (Dvd e Blu-ray Universal), ricco di contenuti speciali e dietro le quinte del fenomeno letterario di successo, nato dalla penna di E. L. James.

Dopo aver girato il remake di Suspiria diretto da Luca Guadagnino, però, è finita in analisi. «Non sto scherzando – racconta – le riprese mi hanno incasinato a tal punto il cervello che sono andata in terapia. Faceva un freddo cane, il clima era secco e abbiamo girato in questo hotel abbandonato sulla cima di un monte». E così, per non essere più in balia dei progetti altrui, ha appena deciso di aprire una sua casa di produzione.
Ha tirato un sospiro di sollievo dopo 50 sfumature?
«Macché: l’ultimo giorno sul...

Leggi tutto l'articolo