Dal Moreschi alla ritirata di Russia

Arturo Vita (Milano 1915 - 1993), diplomatosi all'Istituto Moreschi, si laureò in seguito all'Università Bocconi.
Nel 1937 fu ammesso, su sua richiesta, al Corso Allievi Ufficiali di Bassano ed entrò così nel corpo degli Alpini.
Richiamato durante la guerra, combattè sul fronte greco albanese e poi in Russia, dove partcipò alle battaglie di Arnautowo e Nicolajewka e guidò i suoi uomini nella drammatica ritirata: 800 chilometri a piedi nella steppa innevata.
Decorato con la Medaglia d'argento al Valor militare, dopo l'8 settembre 1943 - sfuggito ai tedeschi - riparò in Svizzera e fu incaricato di varie missioni per il S.I.M.
Dopo la guerra ricoprì per anni incarichi per l'Associazione Nazionale Alpini, di cui dal 1978 al 1980 fu Vice Presidente nazionale.
Dopo il terremoto del Friuli del 1976 gestì in modo capace e oculato i fondi per la ricostruzione messi a disposizione dall'A.N.A.
Dal 1985 al 1993 diresse il periodico nazionale dell'A.N.A., "L'Alpino".
  Per approfondire, cliccare sul link http://www.milano.ana.it/index.php?module=ContentExpress&func=display&ceid=93&meid=

Leggi tutto l'articolo