Danzando sul Titanic

Molti di noi stanno su questo pianeta con la stessa incoscienza con cui i viaggiatori del Titanic conducevano le loro ultime ore di baldorie.
Ci sono poche parole per descrivere quello che sta succedendo: è l’inizio dell’Apocalisse.
Incendi inarrestabili in Siberia, ghiacci che si spaccano, ondate di calore, deserti che avanzano, mari di plastica, animali morenti sulla terra e nelle acque.
Questa è la realtà e forse è già troppo tardi per rimediare o forse non si vogliono trovare soluzioni per ridurre la catastrofe perché significa cambiare stili di vita, tecnologie, logiche politiche e sociali, parametri di priorità, valori, considerarci un’unica nazione mondiale e un unico popolo di fronte ad un comune pericolo mortale.
Nelle società opulente si vive nel presente, ma non per essere, come i grandi maestri spirituali di tutte le tradizioni religiose insegnano, più consapevoli di sé e della meraviglia misteriosa che ci circonda, ma solo per consumare piaceri immediati ed effimeri.
Nei t...

Leggi tutto l'articolo