Debellato il "VIRUS"

Tempi duri per gli ortaggi: dopo le critiche della CEI ieri alla legge sulle unioni civili che permetterà anche ai Finocchi di potersi sposare, ecco ora la cesura a Porro.
Infatti quella trasmissione insulsa che va in onda su Rai2 e condotta da quel gran figo di Nicola Porro, per decisione della RAI, è stata cancellata.
Questa la notizia comparsa oggi sui quotidiani.
Il motivo?Qualche giorno fa la trasmissione è stata interamente dedicata alle vaccinazioni in generale e ai vaccini per bambini.
In studio Roberto Burioni, professore di microbiologia e virologia all'Università Vita-Salute San Raffaele e Red Ronnie esperto musicale.
Durante la trasmissione Red Ronnie aveva affermato fosse "demenziale" obbligare i bambini alla vaccinazione.
La trasmissione e Porro pur dando spazio al prof.
Burioni hanno comunque dato maggiore enfasi all'inutilità del vaccino, spingendo poi Burioni a replicare sui social di non aver avuto sufficiente spazio, di essere stato messo a tacere dal conduttore che forse preferiva ospitare pensieri poco professionali piuttosto che il suo da tecnico.
Del resto lo sappiamo: in Italia tutti sono tuttologi e spesso, nelle trasmissioni televisive condotte non da giornalisti ma da soubrette, vengono invitati personaggi di spettacolo a parlare dei più svariati argomenti.
La tesi di Red Ronnie è sposata per esempio da Eleonora Brigliadori.
  Ora la trasmissione è stata sospesa anche se era stata prevista una trasmissione riparatrice: lo Stato che spende soldi nei vaccini, non si può autolesionare promuovendo la non vaccinazione sempre su aziende statali.
Ora però la domanda sorge spontanea: perchè Bruno Vespa conduce ancora Porta a Porta nonostante l'intervista-spot al figlio di Totò Riina e alla mafia? Chissà quali santi ha in paradiso Vespa che il povero Porro non ha: forse Vespa è immune ai politici perchè ha un buon vaccino! Nel dubbio vaccinatevi mi raccomando e sull'utilità della cosa non sono io a dirlo, ma gli esperti e ancora prima la storia del nostro Paese.
Amoon

Leggi tutto l'articolo