Della farfallina e di Luciana Littizzetto...

Io non sono una fan della Littizzetto, l’ho detto e ripetuto.
Ma dopo aver visto Sanremo, ho dovuto ricredermi! Per la prima volta, su quel palco, dopo anni-anni-anni la donna non è stata sminuita.
Anzi.
E senza mostrare tette e culo, ma mostrando una cosa sconosciuta ai più: il cervello! Ne ha guadagnato soprattutto nei confronti delle “bellone di turno” messe lì sempre e comunque, che hanno dimostrato di essere capaci solo di ridere, inciamparsi e cantare canzoni impossibili solo perché, magari, hanno avuto la fortuna di sposare un presidente!!! Mi ricordo che quando l’anno scorso fece scalpore Belen per la sua farfalla Luciana disse più o meno queste parole: arriva senza mutande e si stupisce che la gente parli solo di questo?! La bellezza di Luciana Littizzetto sta nella sua spontaneità.
Sta nel suo dire ciò che è vero senza preoccuparsi di niente e di nessuno.
Forse con il cachet che le è stato dato lo farei anch’io… ma di sicuro Belen Rodriguez non guadagnò tanto di meno... ma per cosa passerà alla storia del Festival lo sappiam tutti!!! Io credo che Luciana Littizzetto verrà ricordata per la sua presa di posizione forte contro la violenza sulle donne.
Per il suo dire “culo” senza preoccuparsi delle conseguenze.
Per il suo dissacrare una cosa sacra come Sanremo su RAI1.
Signori uomini, la RAI (pare!) si sia evoluta.
E voi, quando imparerete a capire che un cervello su un palco, in una cucina o in qualsiasi aula di tribunale, piuttosto che in uffici pubblici o privati, vale più di una farfallina?!  

Leggi tutto l'articolo