Dens dŏlens 163 – Eurogendfor al servizio del capitale

di MOWA
Si pensava che i democratici europei si sarebbero scandalizzati quando, l’8 marzo 2015, Jean Claude Juncker (quello stesso Juncker che fu costretto a dimettersi dal suo incarico di primo ministro del Lussemburgo, dopo che era stata stabilita la sua appartenenza alla rete di spionaggio Gladio dell’Alleanza Atlantica ma che, invece, un anno più tardi diventò presidente della Commissione europea) dichiarò ad un giornale tedesco che l’Europa avrebbe avuto un “suo esercito” ed invece…
Assolutamente nulla!
Silenzio totale su tutti i versanti sia giornalistici che politici.
Questo fatto la potrebbe dire lunga sullo stato di degrado conoscitivo e politico a cui siamo andati incontro. E’ l’ennesima cessione di sovranità ad una entità terza (sic!) che priva ogni Stato della propria legislazione a favore di un coacervo di tecnocrati che avranno la licenza di essere al di sopra delle leggi e delle direttive Costituzionali dei singoli paesi.  Oltretutto, avranno potere d’inviolabilità d...

Leggi tutto l'articolo