Dens dŏlens 338 - Aggressione fascista a Roma contro i giornalisti de L’Espresso... e adesso?

di MOWA
Vile e codarda l'aggressione, a Roma, al giornalista Federico Marconi ed al fotografo Paolo Marchetti de l'Espresso, da parte di una squadraccia fascista di Avanguardia nazionale durante la commemorazione per Acca Larentia.
Azione imperdonabile quella accaduta, l'altro giorno, a Roma ai giornalisti e che deve essere perseguita con la forza delle leggi di questa Repubblica che ha nel proprio dna i valori dell'antifascismo e non può tollerare nequitose bugie da parte di chicchessia per non condannare tali brutali azioni.
Detto ciò (e solidarizzando con i malcapitati giornalisti), ci chiediamo quale altro tipo di responsabilità possa avere, invece, la proprietà del gruppo editoriale (dove lavorano i due percossi lavoratori) che, pur di far passare il principio di non accettare la visione comunista del mondo, è stato (ed è) disposto a tollerare i reazionari (infatti per loro ha lavorato, anche, Giampaolo Pansa che ha infangato, in modo inqualificabile, la Memoria dei Partigiani ...

Leggi tutto l'articolo