Depardieu compie 70 anni, da ex studente ribelle a divo francese

Roma, (askanews) - Gérard Depardieu, uno dei "mostri sacri" del cinema francese, ha raggiunto il traguardo dei 70 anni.
L'attore, produttore e imprenditore francese, nel frattempo naturalizzato russo per sfuggire all'elevata tassazione sui redditi in Francia, non ama i festeggiamenti, ai quali sembra si sia sottratto anche questa volta.
Nato il 27 dicembre 1948 in un paesino della Loira (Chateauroux), da padre fabbro e madre casalinga, studente ribelle che finisce in riformatorio per un piccolo crimine a 15 anni, Depardieu inizia a studiare recitazione a Parigi quasi per caso negli anni '70 e pochi anni dopo diviene uno degli attori francesi più amati, grazie al suo ruolo in "La signora della porta accanto" di Francois Truffaut e al suo primo Premio César per "L'ultimo metrò", sempre di Truffaut.
Il 1985 lo incorona migliore attore al Festival di Cannes per il film "Police" e resta indimenticabile la sua interpretazione di Cyrano de Bérgerac nel 1990.
Dagli Stati Uniti, dove riceve un Golden Globe per "Green Card - Matrimonio di convenienza", all'Italia, dove lavora con grandi registi (Bernardo Bertolucci, Mario Monicelli, Marco Ferreri, Giuseppe Tornatore, Ettore Scola) e nel 1997 riceve il Leone d'oro alla carriera al festival di Venezia, Depardieu resta uno degli attori francesi più ricercati e pagati al mondo.

Leggi tutto l'articolo