Deregulation dei licenziamenti !!

La proposta prevede che il datore possa licenziare per giustificato motivo oggettivo, e che tale motivazione economico-organizzativa non possa essere impugnata dal lavoratore e sindacata dal giudice del lavoro.
In parole povere: LIBERTA' DI LICENZIAMENTO, LAVORATORI SENZA DIGNITA', ridotti a servetti e tirapiedi dei loro capi per tutta la vita, per non essere lasciati a casa dalla sera alla mattina.
è chiaro che qualunque motivazione di licenziamento non sia impugnabile dal lavoratore equivale a una libertà di fatto di licenziare per i datori.Ogni lettera di licenziamento riporterà questa causale.
A niente rilva che il lavoratore possa opporsi al licenziamento discriminatorio e disciplinare.
Il datore avrà cura di non fare mobbing, e di licenziarlo e basta.
UNA BESTIALITA' GIURIDICA, E UN ABUSO DI POTERI DEL PARLAMENTO CHE SCONFINA NEL CAMPO GIUDIZIARIO, LIMITANDO A PRIORI LA LIBERTA' DI AZIONE DEI GIUDICI.
A priori, in generale, non c'è niente che non possa essere sindacato dai giudici e che resti furoti dalle aule di tribunale.
I vantaggi???Eccoli: -meno contenziosi in tribunale: peccato che i tribunali del lavoro, specie se paragonati ai 10 anni necessari per una causa civile e penale, sono gli unici funzionati, con tempo rapidi, certi, e organici adeguati.
-più flessibilità organizzativa: falso! i datori in difficoltà possono già avviare il lcienziamanto collettivo, lasciando a casa 4 persone entro 120 giorni.
Quell oche fa la differenza è che NEL LICENZIAMENTO COLLETTIVO NON POSSONO SCEGLIERE LE PERSONE DA LASCIARE A CASA, devono rispettare vincoli oggettivi di legge,orientai al pensionamento dei dipendenti, a lasciare a casa chi dopo pochi anni potrà accedere alla pensione.
in compenso il licenziato potrà "godere" di una assicurazione contro la disoccupazioe, un'indennità che, come ogni valore soglia o cifra matematica, non interresa ai giuristi e sicuramente sarà ridotta nel tempo.
Ridotta così come accadde alal tutela reale nelle ditte con meno di 1 dipendenti ridotta da un minimo di 4 mesi a un microrisarcimento ridicolo minimo di 2 mensilità.
CON L'ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE EI LICENZIAMENTO INDIVIDUALE, IL DATORE RISPARMIERA' LA MLTO PIù COSTOSA INDINNITA' DI MOBILITà, cui deve partecipare se avvia un licenziamento collettivo.
i contratti in essere manterranno la tutela reale, quelli futuri saranno a tempo indeterminato solo per finta.
IL DIRITTO A UNA STABILITA' REALE DEL LAVORATORE E' STATO RIBALTATO NEL DIRITTO A UNA FLESSIBILITA' ESTREMA PER I DATORI.
una legge che svuota di [...]

Leggi tutto l'articolo