Di Fanciulle, Rilevanza & Pasticcini

O Fanciulla Che Vuole Scrivere, tu che mi tormenti perché legga qualcosa di tuo, e poi ti offendi quando ti faccio notare che Voler Scrivere non basta...
E non dire che non ti sei offesa, per favore: se gli sguardi potessero fulminare, io adesso sarei un toast.
Mai sottovalutare la lunga esperienza di una editor in fatto di fulmini oculari...
O in fatto di pensieri del genere "Non-ha-capito-niente-che-cosa-c'entra-la-tecnica-questo-è-il-contenuto-del-mio-cuore-e-il-frutto-della-mia-ispirazione-e-questa-mi-parla-di-uso-della-lingua-l'importante-è-il-contenuto-non-la-forma..." No, o Fanciulla: non leggo nel pensiero - è l'umana natura.
E ho tutta la simpatia possibile, sai? Ci sono passata prima di te, tutti ci siamo passati.
Solo che tu te la sei presa a morte e sei scappata via salutando a metà, prima che potessi raccontarti una piccola storia.  È un istruttivo aneddotino in fatto di consapevolezza, pesi e contrappesi, che potresti applicare con qualche soddisfazione in una nuova stesura del tuo racconto...
Ebbene, nell'improbabile caso in cui tu dovessi decidere di dare un'altra occhiata da queste parti, eccoti una storia del secolo scorso - quando non ero molto più grande di quanto tu sia adesso: "La Rilevanza è tutto," mi fa Victoria, e lo dice in un tono che implica la maiuscola per Rilevanza.
E poi, siccome vede che io sorrido e annuisco, siccome siamo sedute al tavolino di una konditorei a Vienna, siccome si fa tardi, leva gli occhi al cielo e decide di lasciar perdere.
Però Victoria è persistente e, una volta che ciascuna è tornata a casa propria, mi manda una mail piuttosto oracolare, il cui contenuto, tradotto, suona più o meno così: Alcesti è intelligente ma non s'impegna.
Bradamante non s'impegna ma è intelligente.
Tutto qui, ma basta perché la folgore si abbatta sui miei neuroni appisolati e li galvanizzi in attività: è vero, la rilevanza è tutto! Perché, diciamocelo: Alcesti è quasi un caso disperato, e per intelligente che sia non giungerà mai da nessuna parte, se non impara ad impegnarsi.
Ispira persino poca simpatia, che diritto ha la gente sveglia di non impegnarsi? Bradamante, invece, è tutta un'altra questione.
Bradamante, è vero, non s'impegna, ma la sua intelligenza incoraggia a sperare che lo farà.
È troppo intelligente per non capire l'importanza dell'impegno e, nel frattempo, è di quelle simpatiche persone piene di potenzialità.
Lasciamo solo che maturi...
E chi l'avrebbe mai detto? Il più elementare dei tricks di rilevanza ha un afflato pseudo-evangelico: quello che [...]

Leggi tutto l'articolo