Di che parlare oggi? – Apeiron, Principio degli esseri

 Anassimandro ritiene che in origine tutte le cose siano armoniosamente unite nell' ápeiron.
Poi, per una colpa originaria, il movimento rotatorio dell' ápeiron inizia a separare l'indistinto in coppie di contrari.Così dall' ápeiron, per originare l'Universo,  infinito, eterno, indistruttibile, in continuo movimento, escono: luce e tenebre, notte e giorno, caldo e freddo, umido e secco, vita e morte. Questa colpa originaria, non meglio specificata, è identificabile nella nascita degli esseri, distaccatisi dall'ápeiron per assumere un'esistenza individuale, responsabili quindi della rottura dell'armonia originaria. Avrà l'idea di colpa di Anassimandro ispirato la concezione del peccato originario? Quello che distacca l'Uomo dal Paradiso in cui è unito a Dio?Mi sembra probabile: non a caso gli uomini scontano la colpa originaria vivendo (la vita è intesa come punizione); finché i contrari potranno di nuovo fondersi e tornare indistinti nell'ápeiron. Ma non parlerò di questo ...

Leggi tutto l'articolo