Diario 73

IL MONDO VISTO DA DENTRO Giorno 73 Sereno acquoso   In attesa che sia districata la delicata querelle che vede coinvolte le tredici democrazie cristiane che si contendono l’usurato scudo crociato; che Ferrara smetta di provocare risse; che Berlusconi capisca che le tasse sono un segno di civiltà; che l’Alitalia sia venduta al Madagascar, mi sembra utile riportare le dichiarazioni di alcuni ex onorevoli e senatori che i partiti di destra faranno spudoratamente rientrare nel prossimo parlamento.
E’ bene che certe cose si sappiano, perchè poi non si venga a dire “non lo sapevo”.
Le frasi che leggerete qui sotto, tutte assolutamente vere (incredibile ma è così), sono tra quelle raccolte da Marco Travaglio e Peter Gomez nel loro ultimo libro “Se li conosci li eviti”.
Mai titolo fu più azzeccato.
In che mani… Internazionali “L’ETA agisce nel nord dell’Irlanda, è l’organizzazione che vuole liberare la sua regione dall’Inghilterra”, Lucio Barani (PdL).
Sì, e l'IRA era la moneta italiana prima dell'euro.
“Hamas sappiamo benissimo cos’è: è il capo dell’organizzazione palestinese.
Lo sappiamo tutti…”, Gaetano Pecorella (PdL).
Hamas di nome, Hezbollah di cognome.
“Guantanamo? Mai sentito… I carceri in Iraq o in Afagnistan..
Apfaghistan…”, Leonardo Martinello (Udc).
Agnafistan? Agfasistan? Afngstn? “Nelson Mandela? Il presidente sudamericano… brasiliano.
No, Sudafrica, scusi il copsus.
Ha combattuto per l’apartid, per il diritto di separazione tra bianchi e neri”, Francesco Lucchese (Udc).
Scusi il coitus, ma vengo dal ridere.
Etniche “Dare il voto agli immigrati non mi sembra il caso, un paese civile non può far votare dei bingo-bongo che fino a qualche anno fa stavano ancora sugli alberi”, Roberto Calderoli (Lega).
Invece lui che fa paura ai bambini solo a vederlo, non poteva restare dove abitava? “Non ci piace Garibaldi.
Noi dobbiamo rivalutare i nostri briganti”, Raffaele Lombardo (Mpa).
Lombardo, il primo dei nuovi briganti.
Giusto.
Coerenti “Voglio che sia a tutti chiaro che, almeno per quanto riguarda il presidente di An, non esiste alcuna possibilità che An si sciolga e confluisca nel nuovo partito di Berlusconi”, Gianfranco Fini (An).
Bravo Gianfry, ora mettiti il bavaglino e siediti a tavola composto.
“Berlusconi con me ha chiuso, non pensi di recuperarmi, io al contrario di lui non cambio posizione”, Gianfranco Fini (An).
Sempre a pi greco mezzi.
“Se vuole fare il premier (Berlusconi), deve fare i conti con me, che ho pure vent’anni di [...]

Leggi tutto l'articolo