Diario a sei zampe

Dal diario della samoieda: c'è una strana atmosfera nell'aria, vedo la mia umana mami che è un po' più trafelata e di corsa del solito, alle volte si dimentica pure di darmi il biscottino di consolazione quando esce e non mi porta con se.
Poi ha tirato fuori quello che sembra un albero, però non ha l'odore che hanno gli alberi che annuso in giro, magari è perchè nessun maschio ci ha mai fatto la pipì sopra, però davvero è una cosa strana.
Mi sembra di ricordare che l'avesse tirato fuori anche tempo fa, però bohhhh.
Comunque, per farla breve, ha tirato fuori questa cosa che sembra un albero, ma secondo me non è un albero, poi ci ha appeso delle palle....
ma io dico, che ci fai con delle palle appese a dei rami????? le palle si lanciano, eppoi io corro a prenderle e poi faccio finta di riportarle e quando l'umano di turno che mi fa giocare allunga la mano per riprenderle io faccio un salto indietro e faccio finta di ringhiare, se poi l'umano cerca di corrermi dietro per riprendere la palla, allora sì che mi diverto, perchè non c'è nessuno degli umani che vive con me che corra più veloce di me.......
ahahahahhahaahah!!!!!!! Comunque, ora in un angolo della stanza dove gli umani stanno di solito dopo aver mangiato a guardare dentro una scatola che parla e dove io dormo, non nella cuccia che l'umana mi ha messo in un angolo, no, io dormo spalmata attaccata alla porta di ingresso, che si sa mai che qualche malintenzionato voglia entrare e si dimentichi che ci sono io che devo avere la mia razione di coccole e grattini sulla pancia, dicevo in quell'angolo ci ha messo quell'albero che ha pure le luci sopra e la prima volta che ho provato ad avvicinarmi mi ha fatto gli occhiacci e mi ha urlato un NO!!!!!!! bello squillante e deciso e allora per il momento lo lascio lì da solo che si faccia un po' gli affaracci suoi.
Qualche giorno fa la mia umana mami mi ha portato dalla dada F., quella che mi lava, mi spazzola, mi pettina, mi taglia il pelo che traborda fuori dalle zampe, mi sistema quello nelle zone "delicate" (dice che così resto più pulita quando devo fare le mie cose), però non mi piace quando mi mette sotto quella cosa che mi soffia l'aria addosso, non mi piace per niente e allora io quando vedo che arriviamo vicino a quel posto, cerco di sviare la mami, di cambiare strada, divento pesante, mi spalmo a terra, abbaio come una forsennata.....
niente da fare, anche questa volta mi ha portata dentro ed è iniziata la "tortura", lei se ne è andata e io sono rimasta in balia di questa dada, che una volta mi era [...]

Leggi tutto l'articolo