"Diario di una sciamana di città" di Corine Sombrun

I doni più preziosi per la nostra evoluzione giungono sempre a noi per vie misteriose.
A volte li troviamo super scontati a delle bancherelle, altre ci cascano letteralmente in testa mentre cerchiamo un libro da leggere in biblioteca.
Questo testo è invece giunto a me tramite il prestito di un’amica.
Tiro fuori l’argomento perché troppo spesso la gelosia per le nostre cose ci impedisce di aiutare gli altri con piccoli ma potenti gesti come questo.
Ringrazio perciò pubblicamente Marty e mi auguro che molti altri seguano il suo esempio con amici e parenti.
Diario di una sciamana è il seguito di altri due libri (il cammino della sciamana e il segreto della sciamana) che però non ho letto e che non sono necessari per la comprensione del testo.
Tagliando tutti i convenevoli iniziali mi accingo a dire brevemente che la scrittura è accattivante, umoristica e fluida.
L’autrice riesce a fondere magistralmente la commistione fra vita privata e spirituale, fra le sue esperienze di vita e il suo apprendimento sciamanico.
Spiega magistralmente i vari passaggi prettamente conoscitivi ed è superba in quelli squisitamente poetici.
Non vi è dubbio alcuno che parliamo di una straordinaria scrittrice e che teletrasporta letteralmente il lettore nella sua testa e nel suo mondo.
Ma non è questo ciò che mi interessa esplorare in questa recensione.
I suoi meriti sono evidenti e non occorre rimarcarli.
Ciò che invece è sorprendente è l’incipit concettuale che sottintende questo lavoro.
Si adagia infatti su di un vuoto editoriale molto sentito nell’ambiente.
Tanti libri parlano delle esperienze legate all’apprendimento ai vari e iniziali livelli di conoscenza.
Ben altro discorso è invece un testo che si proponga di analizzare ciò che succede dopo tale periodo, che ti permetta di riflettere sulle difficoltà che sorgono quando ti scontri con il mondo di tutti i giorni.
Non è mai facile rapportarsi con diversi modi di pensare, richieste troppo impegnative, difficoltà a reperire spazi o sfatare le preoccupazioni degli amici.
E tutto questo non è ancora nulla se paragonato al proprio conflitto interiore.
E attraverso le parole dell’autrice anche noi ci mettiamo in discussione così come assieme a lei troviamo nuovi modi di portare antiche tradizioni nel fuoco della modernità.
Molti sono infatti gli accenni a teorie scientifiche che potrebbero spiegare il potere sciamanico.
E’ perciò sia un libro bellissimo che un testo utile alla cultura antropologica, sociale e psicologica ma soprattutto un testo attraverso cui [...]

Leggi tutto l'articolo