Dieta dei liquidi per dimagrire velocemente: pro e contro

Dimagrire in poco tempo, sgonfiandosi e ripristinando valori metabolici alterati: è la promessa della dieta dei liquidi, che consiste - come il nome suggerisce - nell'assunzione di cibi in forma liquida come i frullati, i centrifugati, i succhi di frutta e di ortaggi, da consumare per tutti i pasti della giornata (da tre a cinque).
Regime estremo, da seguire preferibilmente dopo aver chiesto un consulto al proprio medico, non ha uno schema fisso: la dieta dei liquidi si presta a numerosissime interpretazioni, andando dalle varianti più permessive che si possono seguire in autonomia sino a quelle più rigide e impegnative, che vengono effettuate in strutture specializzate.
Si parla infatti di dieta totalmente liquida oppure di dieta parzialmente solida: se la prima esclude qualsiasi tipo di alimento solido o semi-solido, la seconda concede l'integrazione con degli spuntini o con una cena solida.
Così, è possibile perdere peso in poco tempo andando a ripristinare valori sballati, conseguenza di un'alimentazione troppo ricca.
Tuttavia, la dieta dei liquidi presenta anche diversi svantaggi: un regime completamente liquido è talmente restrittivo che, in genere, il calo di peso non viene mantenuto nel tempo.
I risultati sono più duraturi in caso di dieta parzialmente solida, mediante l'integrazione - per cena - di cibi solidi ma leggeri come il petto di pollo ai ferri, il filetto di merluzzo, i fiocchi di latte, una bistecca di manzo o una frittata.
Tuttavia, la dieta dei liquidi è un regime alimentare privo di importanti nutrienti come gli acidi grassi e gli amminoacidi, sebbene le bevande create ad hoc per questo tipo di dieta dovrebbero essere formulate per garantire la loro assunzione.
Essendo in molti casi fortemente ipocaloriche, se condotte senza una sorveglianza medica, le diete liquide possono compromettere la salute della persona, con conseguenti problematiche: anemia, ipoglicemia, ipotensione, acidosi metabolica, lipopotassemia, perdita della massa muscolare.
Per questo motivo, in caso di vertigini, stanchezza, calcoli biliari o difficoltà nell'evacuazione, è necessario interromperla subito.
Così come non può essere seguita durante la gravidanza e l'allattamento, e in caso si soffra di diabete o di malattie croniche.
Ecco dunque che, che si vuole intraprendere la dieta dei liquidi, è bene chiedere un parere ad un dietologo o al nutrizionista (che potrà, se darà il via libera per questo regime, prescrivere degli integratori alimentari), informarsi sulla qualità delle bevande preparate per [...]

Leggi tutto l'articolo