Diffida a MiRi : AGGIORNAMENTO AZIONE COLLETTIVA

Riceviamo e pubblichiamo un importante aggiornamento Allegati: Arbitrato Proposta di accordo (feb 2011) Risposta ad arbitrato -----------------------------------   Ciao, vi riporto gli ultimi aggiornamenti un merito alla Class Action, che oramai e’ sostenuta da quasi 100.000 persone (singoli genitori, comitati genitori, assemblee genitori, docenti, consigli di istituto, insegnanti, associazioni etc etc ) Il 24 febbraio l’avvocato Gaspari ha trasmesso la proposta di accordo (in allegato) dando a Miri un termine di riscontro di 20 gg.
I legali di Milano Ristorazione, non hanno dato alcun riscontro alla nostra proposta di accordo, ma hanno invitato i firmatari della diffida a partecipare il 13 aprile al tentativo di conciliazione davanti alla Camera Arbitrale di Milano.
Adire la Camera Arbitrale non ha ne un fondamento normativo (in relazione alla procedura amministrativa) ne una reale volonta’ conciliativa da parte di Miri.
Riguardo il primo punto la procedura amministrativa non prevede il tentativo di conciliazione e nello specifico l'art.
3 comma 3 del d.lgs n.
198/2009 (la norma che ci ha permesso di effettuare la Class Action) lo indica infatti come alternativo alla diffida- peraltro sempre su scelta dell'istante quindi dovrebbe essere stato una nostra scelta, anche perche’ questa procedura non e’ a costo zero, ma ci viene richiesta una spesa di almeno 720 euro.
Quindi non solo noi siamo la parte offesa, che attendiamo da 10 anni il rispetto di nostri diritti, ma oltretutto dobbiamo sobbarcarci un costo per una procedura extragiudiziale che potrebbe benissimo essere risolta solo con l’intervento dei nostri legali.
Riguardo il secondo punto se realmente Miri avesse voluto trovare un accordo avrebbe dato riscontro alla nostra proposta, almeno per aprire una trattativa.
Invece da parte loro non solo il silenzio assoluto, ma questo sterile invito che non potrebbe portare da nessuna parte visto che noi il 13 aprile non faremmo altro che presentare la nostra proposta.
Mi sembra in assoluto una perdita di tempo e di soldi.
In allegato la risposta trasmessa oggi dall’avvocato Gaspari ai legali di Miri, se entro 5 giorni dal ricevimento, non daranno seguito almeno ad una apertura di trattativa, andremo al Tar.
A questo proposito, vi anticipo fin da subito che dovremmo raccogliere almeno 5.000 euro, per tutte le spese (apriremo anche un conto ad hoc per poter effettuare bonifici on line) ma siamo in tanti che abbiamo sostenuto la diffida e che abbiamo interesse che i nostri diritti siamo finalmente fatti [...]

Leggi tutto l'articolo