Difformità dei criteri di valuta

Difformità dei criteri di valutazione del demansionamento nel pubblico impiego rispetto a quelli dell'impiego privato
 
Tar Lazio, Sez. I Quater, 21 gennaio 2009, n. 430 – Rel. Mangia -  C. Maurizio c. Ministero della Giustizia, Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e contro Co. Gianluca, n.c.
 
Demansionamento nel pubblico impiego – Riferimento all’art. 52 d. lgs., n. 165/2001 e non all’art. 2103 c.c. – Insussistenza nel caso di specie.
 
Nel pubblico impiego si ribadisce l’impossibilità di ravvisare un’ipotesi di demansionamento, il quale non può basarsi su un’indagine che involge la mera “situazione di fatto” bensì presuppone l’esatta individuazione delle funzioni che competono al dipendente ed una discrasia tra quest’ultime e le funzioni in concreto attribuite. Come ripetutamente affermato in ambito giurisprudenziale per il pubblico impiego – la cui normativa in tema di mansioni è disciplinata non dall’art. 2103 c.c. ma dall’art. 52 d.lgs. n. 165 del 2001 - ai fini dell’i...

Leggi tutto l'articolo