Diletta Leotta, il 'premio' per i tifosi della serie B

Ieri la retrocessione matematica in serie B del Palermo, per la verità già messa in cantiere da tempo, figlia di una stagione durante la quale si è più pensato alla cessione della società a Paul Baccaglini che a costruire una squadra competitiva.
Ha provato a rendere meno amara la delusione dei tanti tifosi siciliana, su Facebook, Calciatori Brutti che ha caricato un’immagine in cui si legge: “Bella Ragaaa, sto tornando.
Serie B, Diletta Leotta, Si volaaaaa“.
Sì, perché la 25enne conduttrice di Sky Sport, volto del campionato cadetto, rappresenta una sorta di (bella) consolazione per i supporter rosanero.
Diletta Leotta, però, è stata messa recentemente in ballo anche (e soprattutto) in caso di promozioni dalla Lega Pro.
È il caso del Foggia, tornato in B dopo 20 anni di assenza.
Sugli spalti della squadra pugliese, in prossimità del traguardo, è spesso comparso lo striscione “Dilè aspitt, mo vnim“ (Diletta, aspetta, ora arriviamo): Messaggio copiato e incollato, ma tradotto in italiano, dai tifosi della Cremonese, anch’essi entusiasti per la promozione tra i cadetti della squadra lombarda, raggiunta due giorni fa: Sì, il doppio senso c’è – inutile nasconderlo – ma è anche segno della simbiosi ormai raggiunta tra la conduttrice originaria di Catania e la serie B (e di questo sarà contenta l’emittente Sky, detentrice in esclusiva dei diritti televisivi).
Anche lo scorso anno Diletta Leotta è stata nei pensieri di altri tifosi della Lega Pro.
Di quelli della Spal (che, però, stanno rischiando di abbandonarla, perché la squadra è ormai virtualmente promossa in A): E del Benevento: Il famoso slogan della serie B recita: “Il campionato degli italiani“.
Ma è anche di Diletta Leotta…

Leggi tutto l'articolo