Direzione Pd, Romano: indispensabile una nuova legge elettorale

Roma (askanews) - "La questione fondamentale è che a due mesi dalle elezioni i cosiddetti vincitori non hanno combinato un bel niente pur avendo preso un sacco di voti e dunque quale sarà il comportamento del Pd di fronte a questa situazione di blocco.
Io auspico che vi sia anche una presa di coscienza da parte di tutte le forze politiche perché è indispensabile mettere mano al funzionamento delle Istituzioni e a una nuova legge elettorale.
Nessuno ha paura del voto, tantomeno il Pd ma il rischio è che con un nuovo voto ci si trovi nella stessa situazione".
Lo ha detto Andrea Romano, direttore di Democratica, il giornale online del Pd, a margine della direzione del partito a Roma.
"Il Pdha la pessima ma ottima abitudine di discutere alla luce del sole - ha aggiunto - altri partiti non discutono, hanno dei padroni, prendono delle decisioni nelle stanze segrete, noi lo facciamo alla luce del sole, c'è chi dice che discutiamo troppo ma io non credo, è anche la bellezza e la fatica della democrazia.
Non c'è la pretesa di nessuno decidere per tutti, tutti hanno di tribuna e di esprimere le proprie opinioni, come hanno fatto Renzi, Martina e tanti altri oggi dicuteraà anche la direzioni.
Rispetto alle aziende private che controllano i partiti come i 5 stelle noi facciamo così".
"Un voto di fiducia per Martina? Vedremo cosa chiederà, non è in discussione la fiducia a Martina".

Leggi tutto l'articolo