Discorso sul mondo interiore

Il Maestro - secondo atto – quinta conversazione DISCORSO SUL MONDO INTERIORE Di I.
Nappini Clara Agazzi: Questo parlare di cambiare, di mutare i pensieri e le mentalità è un discorso debole alla luce di quanto avviene oggi.
LA REALTÀ CI URLA CHE IL CONFORMISMO, L’EGOISMO E IL CALCOLO DEL RAPPORTO FRA PIACERI E INTERESSI PREVALE NELLA MENTALITÀ DEI MOLTI.
IL DENARO È OGGI UN CULTO e in quanto totalità pseudo - religiosa è misura e ordinamento della società.
QUINDI UNA SINCERA E FELICE CRESCITA SPIRITUALE È OGGI UN PERCORSO AD OSTACOLI, una sorta di competizione difficile perché l’essere umano tende a dover attuare dei compromessi con l’ordine esistente.
Stefano Bocconi: Aggiungo a questo discorso che è molto più.
Il denaro è come un fatto religioso.
Cadute le ideologie e le grandi speranze nel progresso o in un dio redentore PER I MOLTI I SOLDI SONO L’UNICO ORIZZONTE E L’UNICA SPERANZA.
Il denaro è così potente da trasformare con forza sua originaria la vita quotidiana di ogni individuo.
Vincenzo Pisani: Già cadute tutte le speranze e tutti i valori e tutte le ideologie del secolo passato ogni discorso sull’elevazione dell’essere umano assomiglia a una favola.
Si può pensare qualsiasi cosa e dire di tutto, L’IMPORTANTE È AVERE I SOLDI PER COMPRARSI QUEI BENI, QUELLE PROPRIETÀ E QUEI SERVIZI CHE SUSCITANO NEI MOLTI UNO SPONTANEO RISPETTO.
Il rispetto che deriva dall’invidia sociale.
Anzi mi correggo non il rispetto.
L’INVIDIA E L’AMMIRAZIONE PER QUEL CHE SI HA E APERTAMENTE O SEGRETAMENTE SI DESIDERA.
La cupidigia, il piacere, lo spettacolo, l’estetismo sono i territori psicologici e comportamentali del senso del vivere per le moltitudini di consumatori sempre inappagati e sempre ardenti di nuovi piaceri e nuovi beni da consumare.
Franco: Siete troppo duri.
Gli esseri umani non sono rocce che il vento, la natura e gli elementi pian piano sgretolano e spaccano nello scorrere del tempo.
A DIFFERENZA DELLE ROCCE POSSONO CAMBIARE LA LORO VITA, I LORO PENSIERI, LE LORO ASPETTATIVE.
Spesso con la velocità del fulmine cambia la vita dell’essere umano, anche di quello comune.
C’è spesso nella vita un punto dove una cosa che era finisce, e una che non era diventa.
Nascita e morte sono in opposizione.
Oggi quasi tutto nella vita sociale ha la forma dell’egoismo, della cupidigia, della morale che cambia come le banderuole che segnano il vento.
MA NON È DETTO CHE QUESTO TUTTO DURI PER SEMPRE.
Nel passato c’erano mondi umani che non sono questo qui.
Oggi paghiamo la colpa di essere [...]

Leggi tutto l'articolo