Dispenza de campagna

Dispenza de campagnaQuattro scanzie panonte e imporverate,un cane che sbadija in un cantonee sopra ar rancicume der banconena nuvola de mosche avvelenate.Du' pôre gallinelle spennacchiaterùspano tra le zampe der padroneche ronfa co' le braccia a pennolonetra un tanfo de sarache riscallate.Nun se sente un respiro un mij0 attorno:solo la zinfonia de le cicaleche t'accompagna tutt'er santo giorno.Er solleone incoccia sur casalee nell'aria che scotta come un fornose consumeno l'ore, tutte uguale.Vincenzo MisservilleDa: Strenna dei Romanisti 1956, pag.
262

Leggi tutto l'articolo