Disturbi una Manifestazione Politica ? Tre anni di carcere

Un solo articolo.
Uno, da introdurre nel codice penale, che potrebbe cambiare per sempre la forma di espressione del dissenso.
Mercoledì alla Camera, infatti, è approdata la proposta del Pdl, a cura di Ignazio Abrignani, che prevede pene a dire poco severe per chiunque disturbi una manifestazione politica.  "Chiunque con qualsiasi mezzo impedisce o turba una riunione politica, sia pubblica che privata, è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da 1.000 a 2.500 euro - recita fedelmente il testo, che aggiunge - se la riunione è di propaganda elettorale la multa è raddoppiata".
Prevista anche un aggravante, con la "reclusione da due a cinque anni" se il contestare è un pubblico ufficiale.  Un modo dunque per "difendere" le manifestazioni a difesa di Silvio che puntualmente si ripetono prima e dopo delle sentenze.

Leggi tutto l'articolo