Divorzio, ecco cosa cambia, è in arrivo l'assegno domestico

Prima c'è la modella  che dopo un matrimonio breve con il calciatore pretende il mantenimento dell'ex in base al suo tenore di vita, poi c'era Lisa Lowenstein che si è vista negare l'assegno di mantenimento dall'ex marito Vittorio Grilli, ministro del governo Monti, perchè economicamente autosufficiente.

Adesso la Cassazione stabilisce che il tenore di vita non è più un diritto, e l'assegno di divorzio non è più una capacità di automantenersi e ha una funzione «assistenziale, compensativa e perequativa».
Ogni divorzio fa storia a se, l'appannaggio viene calcolato in base alla durata del matrimonio, all'età della signora e al contributo profuso nella vita insieme.
«Con questa sentenza si ripristina la giustizia sociale», afferma l'avvocato Gian Ettore Gassani. Il pronunciamento, che impone a tutti i tribunali di adeguarsi, è della Cassazione intervenuta a Sezioni unite: nello stabilire l'assegno di divorzio «si deve adottare un criterio composito» che tenga conto «delle rispettive ...

Leggi tutto l'articolo