Doccia & Co

cicatrici profonde o leggeri graffi
increspano il corpo nudo un po' in penombra
bagnato di doccia fresca con i peli umidi
spavaldi fieri della loro posizione precaria
come le foglie sui rami diceva qualcuno
pensava di saperlo perchè aveva visto molto ma non abbastanza
continuava a rimanere aggrappato a questa vita
in groppa ad un asino a folle corsa in discesa con il vento tra i capelli
come quando ci passavi le tue mani dopo l'amore
sorridevi serena profumata di umore conoscendo già la fine
che ti leggevo negli occhi e nella luce che filtrava da fuori

Leggi tutto l'articolo