Dolce Stella

Dolce Stella vestita d'ori, d'argenti e di sogno,tu che nel vortice magico di questa danza,tocchi col tuo sensuale fioretto il mio sguardo,e il mio cuore trafiggendoli a vita regalami ancora,l'inquietudine dettata dal languore al mio stomaco,dal profumo ammaliante della tua pelle,di magici incensi dal mio desiderio di averti,e dalla bramosia di sentire le tue mani,che come note leggiadre e veloci penetrano, dentro di me a raggiungere un posto all'ombra,che solo noi due conosciamo fino a sentire urlare, il silenzio dei tuoi occhi nei miei al dischiudersi, delle nostre labbra per un lento bacio eterno,(Alessandro Moschini)

Leggi tutto l'articolo