Dominatori e dominati: il pagellone di Sochi

Il circus della Formula 1 si avvicina al vecchio continente, facendo tappa a Sochi per il GP di Russia, quarto appuntamento stagionale.
Vediamo come sono andati i protagonisti del GP.
Rosberg, voto 10: Impeccabile.
Bravo e fortunato, il tedesco scappa sempre più in un mondiale che sembra già suo.
È solo lontano parente del pilota visto a metà della scorsa stagione, come testimonia la striscia di vittorie consecutive arrivata a quota 7, come solo i grandissimi hanno saputo fare.
Hamilton, voto 8: Non poteva fare molto di più.
Partito 10., si ritrova a pochi secondi da Nico quando deve rallentare per un presunto problema alla pompa dell'acqua.
Negli ultimi giri molla la presa gestendo la seconda piazza.
Raikkonen, voto 5.5: Con Vettel fuori gioco Kimi fa il compitino apparendo però distratto nell'unico momento che davvero conta, la ripartenza dalla SC.
Uniche note positive la presenza costante di una Rossa sul podio e la fine dell'astinenza alcolica del finnico post-GP, che durava ormai da fine 2013.
Bottas, voto 7.5: Finalmente incisivo, corona un weekend corso come ai vecchi tempi con un buon quarto posto, in una pista in cui la Williams si ripropone come terza forza dello schieramento.
Massa, voto 6.5: Costantemente dietro al compagno limita comunque i danni più grazie ad un mezzo tornato competitivo che ad una sua reale giornata di grazia.
Alonso, voto 9: Grande gara dello spagnolo, doppiato solo nel finale da Rosberg.
La McLaren è sì in crescita, ma di certo nessuno si sarebbe aspettato un sesto posto dallo spagnolo.
Magnussen, voto 8.5: Vedi sopra.
Gara di sostanza del danese, che porta punti inaspettati ad una Renault finalmente a centro gruppo.
Grosjean, voto 8: Dopo il weekend tribolato in Cina il francese torna a punti con la Haas confermandosi la più bella sorpresa di questo inizio stagione.
Perez, voto 7: Punti importanti anche per il messicano, con una Force India che appare più in ombra dello scorso anno.
Button, voto 7: Sfigura di fronte al compagno di box, ma di questi tempi portare punti in McLaren è certamente un evento degno di nota.
Sainz, voto 5.5: Evitato forzatamente il confronto con Verstappen si mangia l'ultimo punto disponibile spianando la strada a Button con un erroraccio nel finale.
Kvyat, voto 4: Figuraccia in casa propria che rovina la gara di Vettel.
Dopo il fattaccio di Shanghai sembra tutto meno che casuale.
Ricciardo, voto 5: Non riesce a rimediare ad una prima parte di gara sfortunata remando controcorrente con un mezzo meno efficace del solito.
Voto al GP di Russia 4.5: Poche [...]

Leggi tutto l'articolo