Donatella Cinelli Colombini guiderà la Doc ORCIA

Donatella Cinelli Colombini succede a Donella Vannetti alla guida della Doc Orcia la denominazione” più bella del mondo” in un territorio iscritto nel patrimonio dell’Umanità Unesco.
E’ una delle Doc più giovani e  più piccole, ma con grandi progetti DOC ORCIAIl territorio dell’Orcia è un’area collinare nel Sud della Toscana dove la vite e l’olivo sono coltivati da secoli.
E’ una zona piena di città d’arte, di centri termali, con uno dei paesaggi agricoli più belli del mondo che l’Unesco ha riconosciuto patrimonio dell’Umanità.   La Doc Orcia è nata il 14 febbraio 2000 e si estende su 13 comuni: Buonconvento, Castiglion d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda e parte di Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena.> ha detto Donatella Cinelli Colombini, sottolineando come,  in un mondo globalizzato, nella Doc Orcia il vino sia ancora un prodotto familiare benché siano attivi ottimi consulenti agronomi e enologi.
La  denominazione comprende le varietà  Orcia  rosso con almeno il 60% di Sangiovese e Orcia Sangiovese entrambe anche nella tipologia Riserva, Orcia bianco, rosato e  Vin Santo.Il territorio ha nel turismo il suo motore economico più importante ed infatti, lo scorso anno, i 13 comuni della Doc Orcia hanno registrato 1.800.000 presenze turistiche.
secondo Donatella Cinelli Colombini .A chi le domanda se il nuovo incarico nella Doc Orcia significa un allontanamento da Montalcino Donatella risponde sorridendo >.CONSORZIO VINO DOC ORCIADel Consorzio  fanno parte 37 aziende 29 delle quali imbottigliano con marchio proprio.Oltre a Donatella Cinelli Colombini, nel nuovo Consiglio di Amministrazione della Doc Orcia  siedono 8 membri: Andrea Bruni (vicepresidente) agronomo consulente di Podere Forte di Castiglion d’Orcia, Roberto Terzuoli dell’Azienda Sasso di Sole Torrenieri – Montalcino, Paolo Salviucci Cantina Campotondo di Castiglion d’Orcia, Marco Capitoni dell’omonima azienda di Pienza, Antonio Rovito dell’Azienda Val d’Orcia Terre Senesi  di Castiglion d’Orcia, Gabriella Giannetti dell’azienda San Savino ancora di Castiglion d’Orcia, Emanuele Bizzi direttore dell’Azienda agricola Trequanda  e Giuseppe Olivi dell’Azienda Le Buche  di Sarteano.DONATELLA CINELLI COLOMBININata a Siena nel 1953 si è laureata in Storia dell’arte con il massimo dei voti.Nel 1993 ha inventato “Cantine aperte”, la giornata che in pochi anni ha portato al [...]

Leggi tutto l'articolo