Donatella Rettore senza freni: «Bertè invidiosa, Amoroso canta col naso. Conti e Fazio? Che delusioni. Era meglio con Berlusconi»

Donatella Rettore senza freni: «Bertè invidiosa, Amoroso canta col naso. Conti e Fazio? Che delusioni. Era meglio con Berlusconi»



Rettore, essere schietti è un pregio. Una dote che però si paga a caro prezzo…
«Vero. Ma essere schietti ti fa sentire libera. E la libertà non ha prezzo».
Con Loredana Bertè siete state talmente schiette da finire in tribunale.
«Siamo sempre state diverse. È lei che si sente una mia rivale. Per me è tutto chiuso. Anzi quest’anno a Sanremo se avesse vinto sarei stata pure contenta. Eravamo amiche. Poi mi ha chiamato in causa. Io dissi che evidentemente era invidiosa del mio primo posto in classifica. Da lì in poi mi ha detto di tutto, al punto che fui costretta a dirle “Io con te non parlo più”. In tribunale tutto chiuso perché i giudici non potevano perdere tempo con due cretine».
Due nemiche giurate…
«Come con Marcella, tanto nemiche che ora cantiamo assieme».
Canterebbe pure con la Bertè?
«Marcella è una vera cantante. Sta sul pezzo e non molla m...

Leggi tutto l'articolo