Donne in Europa

Quella rivoluzione “gentile” delle donne che parte dall’altoIn tutto il Vecchio Continente si rafforza la loro presenza ai massimi livelli delle istituzioni.(FC n.
28 del 14 luglio 2019)Saranno le donne a salvare l’Europa, minacciata da un fronte sovranista e da nazionalismi che minano i principi e i valori dell’Unione europea, la sua stessa identità storica? Con la nomina di Ursula Von der Leyen, erede di Angela Merkel, e di Christine Lagarde, si è rafforzata una presenza femminile europea ai massimi livelli politici, che vede Kolinda Grabar-Kitarovic presidente della Croazia e Zuzana Caputova a guida della Repubblica Slovacca.
Due donne che dimostrano di essere convinte europeiste e perseguono una politica in difesa dei diritti delle persone, a cominciare dalle più fragili.
Kolinda Grabar si è distinta per il sostegno a favore dell’ambiente e della sicurezza.
In un discorso alle Nazioni Unite ha denunciato il cambiamento climatico, “la più potente arma di distruzione di massa”.
Zuzan...

Leggi tutto l'articolo