"Dove sento il cuore" Mattia Cattaneo

-VITA, AMORE, DOLORE, MA TANTA SPERANZA-

1943. La Seconda Guerra Mondiale è agli sgoccioli e i partigiani come Bruno, lottano contro quel nemico che fino a qualche tempo addietro era loro alleato.
È la memoria di Eva, però, che ci riporta indietro nel tempo: è attraverso i suoi ricordi e la sua voce che il lettore segue la trama del romanzo “Dove sento il cuore” di Mattia Cattaneo.

"Dove sento il cuore" di Mattia Cattaneo
Eva, ormai anziana, vedova e con i sentimenti imbrigliati nel cuore, lascia che la sua mente torni a quei giorni, quando un gruppo di giovani partigiani si prese cura di lei. Una bambina, certo, ma anche l’attenta spettatrice di una vita di coraggio e sacrificio dove l’amore e il dolore si intrecciano come facce della stessa medaglia.
Perché Bruno, conosciuto dai suoi compagni come Neve, lotta per liberare la sua patria dall’oppressore al di là della Alpi, ma lotta anche per poter sopravvivere...

Leggi tutto l'articolo