E' notte fonda

E' notte fonda e l'anima nuota     in vuoti universali     alla ricerca delle ancestrali origini     per ricongiungersi al primo suo fattore.
   A notte fonda nuoto      nel mio peculiare liquido amniotico:     finalmente     la mia venuta al mondo benedico.
   A notte fonda     ho da combattere sol col mio fantasima;     solo ha valenza    il rapporto fra me e il mio Signore     tra me e l'inenarrabil mia sciagura.
    Il ciel pietoso     in infinite lacrime si scioglie      mentre raccoglie le mute mie preghiere,     i miei irrefrenabili sospiri;     mentre s'adombra pel disarmante sguardo     perso tra le vane maglie dell'azzurro spazio.
   

Leggi tutto l'articolo