E' tempo di scegliere fra un profondo rinnovamento con un ricambio di classe dirigente che è lì da 20 anni,con una rifondazione su nuove basi:questa è la scelta da fare ,non se fare o non fare un governo con i 5* e quante poltrone occupare.

Pd, è tempo di scegliere Andrea Orlando Ministro della Giustizia
La discussione dentro il nostro partito è degenerata in uno scontro tra tifoserie. Chiedere di recuperare i toni adeguati non basta più. Io credo che i toni siano la conseguenza di questioni per troppo tempo rimosse. Dobbiamo recuperare la profondità dei quesiti che ci stanno di fronte. La prima è quella di costruire il partito unico degli inclusi. Consolidando l'attuale insediamento sociale e conquistando quella parte di Forza Italia che resisterà all'Opa di Salvini. In sostanza provando a ricostruire una specie di bipolarismo nella dialettica populismo/antipopulismo. È evidente in questa ipotesi la suggestione francese.
L'altra via, non meno impervia, è quella di costruire una nuova alleanza tra la parte progressista degli inclusi e una parte di chi si sente escluso. Il fulcro di questa ipotesi è la lotta alla diseguaglianza. O meglio è coniugare società aperta e domanda di rassicurazione.
Le nostre attuali divergenze...

Leggi tutto l'articolo