E’ stato un fine settimana di intensa attività per i Carabinieri del Comando Provinciale di Campobasso.

BASSO MOLISE - A Ururi i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto D.O.P, 58enne del luogo,  in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale del Riesame di Campobasso, a seguito di definitivo pronunciamento della Corte di Cassazione in ordine al reato di tentato omicidio aggravato commesso il 27 luglio 2012 in Ururi ai danni della propria figlia all’epoca 19enne.I militari della Stazione di Campolieto hanno denunciato per rissa quattro giovani di età compresa tra i 26 ed i 21 anni, due di Pietracatella (CB) e due di Campobasso,  i quali la notte tra sabato e domenica erano venuti alle mani all’interno di un bar di Monacilioni, provocandosi lesioni per le quali due di loro erano dovuti ricorrere alle cure dei sanitari con prognosi di 2 e 7 giorni.
A Casacalenda i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione delle indagini scaturite dalla denuncia presentata da una 38enne del luogo,  hanno denunciato per il reato di molestia o disturbo alle persone R.V.,62enne  da Polistena (RC) e C.A., 29enne del luogo, entrambi gia’ segnalati alla banca dati delle Forze di Polizia; i militari operanti accertavano che i predetti, da febbraio ad aprile 2013, a mezzo di telefonate in orari diurni e notturni, avevano molestato la denunciante.
A Termoli i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, a conclusione delle indagini avviate a seguito di un sinistro stradale verificatosi la notte tra sabato e domenica, hanno deferito per fuga a seguito di sinistro con lesioni, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza alcolica O.F., 47enne da Napoli, imprenditore; il predetto, alla guida di una autovettura Audi A3, dopo aver investito in quella via Corsica una 29enne di  Castellino del Biferno (CB), provocandole lievi lesioni personali, si dava alla fuga omettendo di prestare soccorso, venendo immediatamente rintracciato e sottoposto a controllo all’esito del quale risultava avere un tasso alcolemico pari a 1,49 g/l sangue.
A Tavenna (CB), i militari della Stazione di Palata hanno proceduto all’arresto di G.G., 54enne del luogo, in applicazione di un “provvedimento di esecuzione pene concorrenti nei confronti di condannato in stato di libertà e contestuale ordine di esecuzione”, emesso dalla Procura Generale de L’Aquila,  per i reati di furto aggravato commesso in San Salvo (CH) nel periodo maggio – giugno 2001 e lesioni personali aggravate commesse in data 22.09.2005 in Sassuolo (MO); il prevenuto deve espiare la pena definitiva [...]

Leggi tutto l'articolo