E così Beautiful spaccia Polignano per Vieste

E così Beautiful spaccia Polignano per Vieste venerdì 29 marzo 2013 ore 11:06 E così Beautiful spaccia Polignano per Vieste.
Afc che alla produzione della soap ha sganciato 60mila euro (soldi di tutti i pugliesi), si limita a dire tramite Ciccarelli, componente del cda, che non ha alcun tipo di controllo sui contenuti.
Infuriati cittadini ed operatori turistici per lo smacco andato in onda in tutto il mondo.
Lui, lei, l’altro.
Una trama in perfetto stile telenovelas.
Gli ingredienti ci sono tutti, a partire dal complicato ed intricato triangolo.
Protagonista è ‘Beautiful’, si proprio la più celebre soap opera del mondo al centro di una contesa tutta in salsa pugliese.
Se non bastavano gli intrecci amorosi della famiglia Forester, da oggi Beautiful si arricchisce anche di un intrigo geografico che ci riguarda molto da vicino il Gargano.
Infatti, come da diverse segnalazioni riportate dal giornalista Sandro Siena dell’emittente Ondaradio, al minuto 8:30 della puntata andata in onda su Canale 5 mercoledì 27 marzo 2013 , “tra un matrimonio da osteggiare ed una gravidanza imprevista, Brooke confida a sua sorella Katie che il luogo ideale dove far sposare Liam (chi sia costui lo sa solo chi segue la soap opera con assiduità) è la Puglia.
Prende un tablet e le mostra un paio di mappe della nostra regione, una foto associandola ad una improbabile Alberobello e poi due panorami dicendo che sono di Polignano a Mare”.
L’occhio attento di alcuni viestani hanno però segnalato che le immagini associate alla città di Domenico Modugno sono in realtà il costone del rione Ripa e della penisola di San Francesco, due noti scorci del centro storico di Vieste, definita dal Prof.
Becheri dell’Istituto ‘Mercury’ la ‘Rimini del Sud Italia’.
Ma come è stato mai possibile questo che per i garganici è un furto, uno smacco che non rende giustizia alla Montagna del Sole al cospetto di una vetrina mondiale? Un mero errore di montaggio delle scene o un voluto omaggio al magnifico paesaggio garganico di cui tutti gli stranieri sono innamorati? “Non c’è e non ci sarà mai nessun complotto nei confronti della Capitanata e del Gargano – spiega a IL MATTINO DI FOGGIA Enrico Ciccarelli, componente del Cda di Apulia Film Commition-.
Noi non facciamo il lavoro di promozione del territorio – svolto da Pugliapromozione-, bensì sosteniamo il cinema in quanto industria che crea occupazione ed economia con l’arrivo delle produzioni cinematografiche e non abbiamo alcun tipo di controllo sui contenuti.
Quello che si va a [...]

Leggi tutto l'articolo