E li chiamano cani pericolosi...

ROTTWEILER HA “DIAGNOSTICATO” PRECOCEMENTE UNA NEOPLASIA AL SUO PROPRIETARIO SALVANDOGLI LA VITA In Italia è annoverato tra le “specie” pericolose; in Gran Bretagna, invece, un rottweiler ha salvato la vita al suo proprietario.
E’ già da un pò di tempo che la medicina ha iniziato a considerare il fiuto dei cani come strumento diagnostico delle neoplasie; efficace anche laddove le analisi abbiano dato un primo esito negativo.
La storia di Beamish, un quattrozampe inglese, sembra confermare tali ipotesi.
Il proprietario del cane, uomo residente nell’Oxfordshire, da quindici anni aveva un grosso neo sul torace cui non aveva mai prestato attenzione finché il suo rottweiler non ha iniziato a leccarlo e annusarlo insistentemente, inducendo l’uomo ad avvicinare il braccio alla zona della macchia scura.
Insospettito dal comportamento del suo cane, l’uomo si è rivolto a uno specialista che gli ha diagnosticato un melanoma, prontamente rimosso.
Se l’uomo gode adesso di buona salute, deve ringraziare anche il suo rottweiler.
(21 novembre)

Leggi tutto l'articolo