E se fosse la lingua inglese la causa dei problemi di Antonio Conte?

Alessandra Bormio per RED||Carpet I giocatori del Chelsea Football Club, allenati dal tecnico italiano, hanno perduto 3-0 contro i colleghi dell'Arsenal.
Si tratta della seconda sconfitta consecutiva.
Record negativo per Antonio Conte.
Erano 7 anni che una squadra da lui allenata non subiva due sconfitte consecutive.
E' accaduto nel fine settimana, con il Chelsea battuto 3-0 dall'Arsenal, un risultato che ridimensiona (ulteriormente) la partenza da incorniciare in Premier League.
Attualmente Antonio Conte ha una squadra sotto di 8 punti rispetto alla copolista Manchester City, e va sottolineato che i Blues non subivano gol dai Gunners da 6 partite: nell'incontro più recente ne hanno concessi ben tre in meno di 45 minuti.
Nel corso della conferenza stampa seguita all'incontro sportivo, per lui dall'esito decisamente deludente, Antonio Conte ha puntaulizzato: "Si vince e si perde da squadra.
Abbiamo giocato male dall'inizio e questo è strano.
Dobbiamo essere concentrati dal primo minuto: in questo momento siamo forti sulla carta, ma non in campo".
Il tecnico dei Blues ha aggiunto: "Siamo in una posizione buona per riprenderci.
Dobbiamo prenderci tutti le responsabilità: il tecnico, i giocatori e lo staff.
Siamo uniti sia nei momenti positivi che nelle difficoltà.
Spero tramite il lavoro di avere più periodi positivi che negativi".
Secondo una parte dei sostenitori e un'altra degli addetti ai lavori, il problema di Antonio Conte potrebbe consistere nella poca dimestichezza con la lingua inglese e la conseguente difficoltà ad imprimere nella squadra le dinamiche di gioco da adottare.
Sia come sia, la sconfitta segue a quella inflitta al Chelsea dal Liverpool la scorsa settimana.
© RED||Carpet, 2016 | Tutti i diritti sui contenuti sono riservati

Leggi tutto l'articolo