E vai! Adesso c'è anche OFFICIN@ DEMOCRATICA

Ragazzi che ansia prima e che gioia poi...oggi è stata proprio una giornata costruttiva! Officina democratica non poteva essere pubblicizzata meglio! Una madrina di eccezione...una cara amica...una donna volitiva e dolce...la nostra senatrice Teresa Armato...un'amica! Una ragazza che abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare...vivace e semplice...l'on.le Pina Picierno...presidente onoraria...
Un amico disponibile ed aperto...l'on.le Stefano Graziano...un bravo ragazzo che sta lavorando sulle tematiche di tutto il territorio...
Un segretario provinciale democratico...ed anche simpatico...e vabbene...
anche carino! E poi il nostro...eh sì fatecelo dire...il nostro Chicco...l'avvocato Ceceri...la persona più speciale...il nostro amico del cuore...il nostro riferimento politico! E poi il piacere di avere, oltre a tutta la stampa casertana,anche esponenti di "calibro" del PD come Adolfo Villani, Dario Abbate e Lorenzo Diana reduce da un alto riconoscimento per la Legalità...il premio Borsellino.
Ancorail sindaco Petteruti e i consiglieri comunali Greco, Bonavolontà, Zullo, Ceceri...imprenditori,docenti ,rappresentanti delle associazioni...e amici...
Grazie a tutti..e grazie a quelli che non potendo intervenire ci hanno inviato il loro messaggio di sostegno...
Ma la cosa che ci ha lasciato di stucco è la lettera del vice segretario Franceschini...che con Veltroni ha accettato la tessera di socio onorario...
Cara Stefania ,care amiche ed amici di Officina Democratica, Abbiamo bisogno di più iniziative come la vostra, che arricchiscono il partito con nuove idee e sperimentano spazi di riflessione e partecipazione.
In particolare è positivo che Officina democratica voglia rivolgere il proprio impegno al tema della diffusione della cultura della legalità e della lotta contro la criminalità organizzata.
La schiacciante maggioranza dei cittadini della Campania e del mezzogiorno, sono persone per bene, oneste, che lavorano, studiano, fanno volontariato,portano avanti la famiglia con grande dignità.
Dobbiamo dar voce alla loro voglia di futuro per diminuire il divario fra cittadini e politica.
Un contributo in questa direzione può arrivare da tutti noi: costruendo un partito aperto, innovativo, con un modello a rete, dove le modalità di associazione e militanza possono essere varie e flessibili, inducendo all'impegno e all'assunzione di responsabilità più donne e più giovani.
Liberare queste energie può far male alla camorra più di quanto non si creda.
"Una goccia nell'oceano"- avrebbe detto Madre Teresa-"ma se non ci [...]

Leggi tutto l'articolo