EDUCARE ALLA NON VIOLENZA DI GENERE: IL PROGETTO DEL "DE GEMMIS"

È  stato presentato ieri presso l’Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "De Gemmis" il progetto ‘Educare alla Non-Violenza..
di genere’ a cura di Aracne Onlus, promosso  e coordinato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Bitonto, che ha la scopo di portare il tema della violenza di genere nelle scuole secondarie.
Un team di esperte, le psicologhe Valentina Marzano e Patrizia Genova e l'avvocata Vera Guelfi, sarà impegnato a informare i ragazzi, di entrambi i sessi, sui modi differenti in cui si perpetra la violenza contro le donne, a evidenziare gli strumenti di contrasto, a divulgare la cultura della non violenza, promuovendo così misure di prevenzione delle situazioni di disagio.
La violenza alle donne, in qualunque forma si presenti, ma in particolare quando si tratta di violenza intrafamiliare, è uno dei fenomeni sociali più nascosti ed è solo la punta dell'iceberg dell'esercizio di potere e controllo dell'uomo sulla donna, sia fuori e che dentro la famiglia.
Il progetto prevede dodici ore di attività da svolgersi con i ragazzi, proponendo loro video, letture, testimonianze al fine di coinvolgerli in una tematica così spinosa ma che si consuma nella quotidianità dei rapporti umani ed ha una forte matrice culturale.
La storia e l’evoluzione della differenza di genere, che sul piano educativo è evidente già nella prima età scolare e si consolida con l’età adulta, aiuterà i ragazzi a comprendere ed avvicinarsi al superamento delle disuguaglianze.
La presentazione di casi di violenza, intesa nel senso più ampio del termine, mira a fornire gli strumenti per interpretare e riconoscere i segnali di disagio, a infondere la consapevolezza della anormalità di certi atti ispirando il coraggio di dichiararli.
In particolare, sarà trattata anche la parte legislativa, i mezzi previsti dall’ordinamento a tutela e difesa delle donne e dei bambini, benché un preciso e organico piano di legge a tal riguardo non sia stato ancora approvato a livello nazionale.
Servono, d'altra parte, risorse da investire in progetti di ricerca, sensibilizzazione e formazione, e soprattutto nella costruzione di strutture di accoglienza.
L’Aracne Onlus opera sul territorio già da molti anni, gestendo un Centro Anti-violenza gratuito con servizio di ascolto e consulenza legale, medica e psicologica, che fornisce un prezioso servizio per la provincia di Bari, ma si continua da aver bisogno di un struttura pubblica.  È infatti già stato avviato un progetto, che prevederà la fondazione di [...]

Leggi tutto l'articolo