ELEZIONI IN SICILIA, NEL PDL, TUTTI DA BERLUSCONI

Nessuno si arrende Incontri frenetici a Roma per stabilire chi sarà il candidato del centrodestra alla presidenza della regione siciliana.
Dopo il faccia a faccia col Cavaliere, Lombardo ribadisce: "Io mi presento, chi mi ama mi segua.
Saremo in 3? Forse anche 4".
Micciché: "Ho giurato che avrei lottato, anche se mi stanno togliendo la salute" Nuovo incontro tra Silvio Berlusconi e Raffaele Lombardo a Palazzo Grazioli; al termine il leader del Mpa conferma che domani sancirà la sua candidatura alla presidenza della Regione Sicilia.
"A questo punto - spiega lasciando Palazzo Grazioli - chi mi ama mi segua: sono stato chiamato da Berlusconi ad avere un colloquio e ho ribadito le ragioni che mi spingeranno domani a lanciare la mia candidatura davanti a migliaia di elettori ad Acireale.
Pertanto, al punto in cui siamo arrivati, ognuno deciderà il da farsi".
Ai cronisti che chiedono se esista, ora, il rischio che il centrodestra vada diviso e che la corsa possa essere tra tre candidati Lombardo aggiunge: "E' possibile che sia anche a quattro".
E a chi gli chiede se la sua candidatura sarà sostenuta anche dall'Udc siciliano, Lombardo replica: "Io sono sostenuto solo dal Mpa, l'Udc deciderà".
Né d'altra parte Gianfranco Micciché sembra intenzionato a mollare.
"Ho giurato di lottare e continuerò a farlo", afferma perentoriamente l'ex presidente dell'Ars nel suo blog, confermando di "essere stato dal presidente" Berlusconi e che più tardi "devo tornare da lui".
"Non ne posso più di stare dentro i palazzi del potere che mi stanno togliendo la salute - scrive Micciché su internet -, ma non la grinta né la voglia di andare avanti fino in fondo! Ormai la stagione dei silenzi è terminata e quindi stasera vi aggiornerò sullo stato delle cose.
Se sapeste quanto è difficile, in Sicilia, scardinare alcune logiche di losco potere!!!".
"L'unica certezza che vi posso dare - conclude Miccichè sul suo blog - è che Berlusconi è in buona fede, ma, comunque vada a finire, vi racconterò tutto quello che è successo! E sono sicuro che vi avvilirete come mi sono avvilito io.
Ma io ho giurato di lottare e continuerà a farlo!".
Le decisioni finali sulle candidature alla presidenza della Regione siciliana e le conseguenti alleanze nel centrodestra dovrebbero arrivare dalla riunione in corso a Roma tra i dirigenti del Pdl: entro oggi si dovrebbe giungere a una ratifica.

Leggi tutto l'articolo