ENERGIA - Bene la multa in difesa della trasparenza in bolletta

da Unione Nazionale Consumatori Trasparenza e comprensibilità sono requisiti a cui non possiamo rinunciare nelle nostre bollette” .
E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la notizia della sanzione dell’Autorità per l’Energia a cinque società del settore elettrico italiano.
Edison, Enel, Eni, Sorgenia e Hera avrebbero, infatti, violato le norme relative all’obbligo per gli esercenti di riportare nei documenti di pagamento un quadro sintetico con le informazioni di immediata leggibilità da parte del cliente.
“I consumatori hanno il dovere di versare un prezzo equo per l’energia che consumano ma hanno anche il diritto capire per cosa stanno pagando – prosegue il Segretario generale – Il comportamento dei “big” del settore ci indigna perché rappresenta un passo indietro nell’auspicato percorso verso una crescente tutela del consumatore”.

Leggi tutto l'articolo