ER CORE LAZIALE

Dopo 3 giorni ci troviamo a festeggiare la 3 vittoria consecutiva in dieci giorni, ma da quanto non succedeva? Una vittoria sofferta contro una Juventus sempre più umana e lontana da quella squadra che solo dieci anni fa faceva come voleva fuori e dentro il campo.
A parte qualche singolo, la Juve è una squadra di buoni giocatori che messi in altre squadre probabilmente non avrebbero la stessa forza che hanno nella squadra torinese.
Ma in certi momenti sono impressionanti, forza fisica, pressig asfisiante e controllo del palleggio quasi perfetto.
E' per questi motivi che la vittoria della Lazio è ancora più importante, perchè finalmente è riuscita a imporre il proprio gioco, forse è dalla partita con la Fiorentina (quella all'Olimpico) che non vedevo i nostri giocatori così concentrati e agguerriti su tutti i palloni.
Non so se sia una coincidenza, ma non penso, l'inserimento di Matuzalem sembra risultare fondamentale.
Ma è anche un'impressione visiva di maggiore forza del centrocampo.
Se ripenso alle partite prima di Lecce ho l'immagine di una linea mediana priva di carattere e consistenza: l'evanescenza di Meghni, l'inconsistenza di Mauri, l'incapacità di Dabo di stare al passo con giocatori più veloci ed agili.
Nesssuno di questi 3 è stato capace di dare un apporto alla squadra, anzi.
Ed è stata questa probabilmente una delle cause delle sconfitte della lazio.
Un giocatore può cambiare una squadra? e non parliamo di Maradona, ma di un buon giocatore messo al posto giusto, nella sua posizione dando modo agli altri giocatori di sfruttare meglio le proprie capacità, vedi Ledesma.
Per me Matuzalem è una vera scoperta, ma se è questo teniamocelo stretto: in certi momenti mi ha impressionato la sua tigna, il suo orgoglio e il coraggio di metterci sempre la gamba.
L'acquisto più importante del mercato di riparazione.
Ora incredibilmente dobbiamo aspettare aprile per vedere il ritorno, ma è possibile smembrare una semifinale in questo modo.
Ma questo è il calcio moderno, il calcio dove si parla di OPA, di falsi bilanci.
Per fortuna però nella Lazio resiste ancora quello spirito anni 70/80 di palazzinari, favori chiesti al fratello del suocero insoma un daje de tacco daje de punta.
baci ai pupi  

Leggi tutto l'articolo