ESISTONO I COLORI NEI VARI PIANI DI ESISTENZA? Di Cerchio Firenze 77

ESISTONO I COLORI NEI VARI PIANI DI ESISTENZA?  di Cerchio Firenze 77   Come sapete, il colore è una diversa frequenza della luce.
In sé, in natura, non esiste.
Solo attraverso la rivelazione che di questa frequenza si ha nella retina, e poi nel cervello, e fino al corpo astrale e al corpo mentale, si ha la  percezione del colore.
Sapete anche che la gamma di ricezione dell’occhio umano è molto limitata mentre ci sono altri sensi, principalmente i sensi del corpo astrale, che possono ricevere una gamma di frequenze maggiori.
Perché il fenomeno del colore è analogo anche nel piano astrale, solo che la gamma di ricezione dei sensi astrali è molto più ampia.
È come se un apparecchio radio avesse la possibilità di ricevere più gamme d’onda.
Cosi, vi è la possibilità di ricevere e di percepire colorazioni impensabili nel piano fisico.
Nel piano mentale la  cosa è ancora più ampia, vi sono anche sfumature percepibili in modo molto  più netto di quanto si percepiscano con gli occhi del corpo fisico.
Naturalmente, questa esperienza avviene sempre quando l’individuo ha la possibilità di vedere al di là di se stesso.
 Infatti, quando l’uomo lascia il corpo fisico, in un primo momento con il suo corpo astrale e il suo corpo mentale è tutto vólto alla riflessione della sua ultima incarnazione e quindi ha una vita estremamente soggettiva.
Solo quando ha terminato questa elaborazione, comincia a volgere la sua attenzione verso l’esterno di sé e quindi ad avere una visione più oggettiva del piano astrale.
Ecco, in quel momento comincia la ricezione della realtà che lo circonda, realtà che è sempre illusoria rispetto alla realtà finale, la  realtà assoluta, ma che è certamente meno soggettiva di quanto lo sia in quel periodo in cui il trapassato riflette sulla sua ultima incarnazione e sulle precedenti, che a quella sono collegate karmicamente.
In quel momento particolare della sua esistenza, quando si volge attorno ed osserva il piano astrale, l’individuo ha la percezione di tutti questi colori e suoni diversi, ed ha sensazioni che, a meno che egli non sia stato un malvagio e crudele nel senso più ampio del termine, sono sempre sensazioni di grande benessere, di felicità, di distensione, di serenità.
  Tratto da: MAESTRO PERCHE' - risposte dall'invisibile - di Cerchio Firenze 77    

Leggi tutto l'articolo