ESTATE VIOLENTA - Valerio Zurlini

Estate violenta è un film drammatico del 1959, diretto da Valerio Zurlini.
Valerio Zurlini  Per la serie ''ciclo film in italiano''  ieri sera, con Jaqueline e Leonor, siamo andate al Vox a vedere ''Estate Violenta''. Parliamo prima del regista : Valerio Zurlini -  nato il 19 marzo 1926 a Bologna e morto a Trento il 28 ottobre 1982 (a soli 56 anni). Un regista che non ha raggiunto nella storia del nostro cinema la statura del trio Fellini, Visconti, Antonioni, ma che molti ricordano come il cantore delle atmosfere di provincia, capace di riprodurre atmosfere intimiste e risvolti psicologici di notevole intensità.
Secondo alcuni critici Zurlini ha saputo creare un ponte  fra il cinema e la letteratura che  lo rende senz'altro unico e riconoscibile.
Di certo il regista rispecchia l'educazione sentimentale degli Italiani dell'epoca.
Vittorio Zurlini nasce a Bologna il 19 marzo 1926.
La sua famiglia si trasferisce a Roma con lui ancora ragazzo, per cui si trova a frequentare il liceo presso un severo e rigido istituto di Gesuiti.
Terminati gli studi liceali, Zurlini trascorre l'ultima vacanza spensierata a Riccione - se ne ricorderà poi in Estate violenta che si ambienta proprio lì -  poi decidere di arruolarsi nel Corpo Italiano di Liberazione. Nel dopoguerra si laurea in legge e segue corsi di storia dell'arte.
Dopo una prima esperienza di teatro universitario presso la Facoltà di lettere di Roma, va a Milano dove lavora per un anno e mezzo come aiuto regista al  ''Piccolo Teatro''.
Tra il 1949 e il 1952 realizza alcuni cortometraggi in cui dà prova di un notevole spirito di osservazione, iniziando a collaborare con il compositore Mario Nascimbene, autore di colonne sonore.
Questi cortometraggi venivano all'epoca distribuiti in abbinamento a film in proiezione nelle sale, e tra le molte persone che vedono i suoi lavori c'è anche Pietro Germi che lo segnala alla Lux Film, una delle più importanti case di produzione cinematografica.
Dopo un anno trascorso tra la presentazione di vari copioni, tutti puntualmente respinti è la stessa Lux a imporgli l'adattamento da Vasco Pratolini in Le ragazze di San Frediano -  storia di un Don Giovanni di provincia che cerca di sedurre contemporaneamente cinque ragazze, con le 5 ragazze infuriate che poi si vendicheranno di lui - mostra un' insolita freschezza, una schietta ironia con l'attenzione al contesto geografico di una borgata fiorentina.
Zurlini passa alla Titanus e riesce a realizzare Estate violenta nel 1959.  Parliamo adesso del film che altro non è se [...]

Leggi tutto l'articolo