Ecco che fine hanno fatto Mastella&Co,

ROMA - Fausto Bertinotti, Clemente Mastella, Vladimir Luxuria, Francesco Caruso, Franco Turigliatto, Paolo Cento.
Sono solo alcuni dei "desaparecidos" della politica italiana.
Puniti elettoralmente alle ultime consultazioni politiche e per questo esclusi dai banchi del Parlamento.
Ma che fine hanno fatto? La maggior parte dei grandi esclusi continua a far politica, fuori dai "palazzi", è chiaro.
Ma c'è anche chi ha cambiato completamente lavoro e prospettive.
Alcuni esempi? L'ex capogruppo dei Verdi a Montecitorio, Angelo Bonelli, è volato in Amazzonia e ora lavora nella cooperazione in una Ong brasiliana.
L'ex deputato del Prc e leader dei no global del Sud Francesco Caruso invece è impegnato in un censimento faunistico nel Parco nazionale del Gran Sasso.
In pratica conta lupi e camosci.
UN LIBRO E UNA DIETA - Politicamente più impegnato uno dei grandi assenti dalla scena politica, l'ex Guardasigilli Clemente Mastella.
Il leader dell'Udeur, per la prima volta dopo anni, ha annullato la festa di Telese.
Ora il "purgatorio" di Mastella però sembra volgere al termine: l'ex ministro è intenzionato a rituffarsi nell'agone politico ripartendo dalle regionali dell'Abruzzo e sembra ancora aperta l'ipotesi di un riavvicinamento ra Mastella e il vecchio compagno di viaggio Pier Ferdinando Casini in vista delle europee del 2009.
Politica a parte, Mastella si è dedicato ad una dieta che gli ha fatto perdere otto chili e a un libro, che uscirà a febbraio.
LA REGIONE E LO STADIO - Chi timbra nuovamente il cartellino è l'ex senatore di Rifondazione comunista Franco Turigliatto, tornato al suo lavoro alla Regione Piemonte, dove prepara la documentazione di supporto per i consiglieri.
Ll'ex sottosegretario all'Economia, il verde Paolo Cento studia un nuovo metodo di contabilità ambientale da applicare alle attività del settore pubbliche e private.
Fuori dal Parlamento, rivela lui, tifosissimo della Roma «avrò più tempo per vedere e commentare le partite della "Magica"...».
Dice di lavorare 14 ore al giorno l'ex deputato socialista Franco Grillini, alfiere dei diritti gay in Parlamento che è da mesi in giro per l'Italia a presentare il suo libro Ecce omo.
Grillini cura anche una rubrica sul settimanale A e fa l'editorialista per il quotidiano E-Polis.
Per quanto riguarda la politica, ammette che vorrebbe candidarsi alle prossime europee, anche se ancora non è chiaro con quale partito.
VACANZE E CONVALESCENZA - Che fine avrà fatto poi l'ex segretario dello Sdi Enrico Boselli? «Ne riparleremo al ritorno dalle vacanze» [...]

Leggi tutto l'articolo