"Ecco cos'è il fascismo": il discorso di Gramsci che spiegava presente e futuro

La grande eredità politica di Antonio Gramsci: il suo discorso alla Camera sulla "rivoluzione" fascista, vista come sostituzione di un personale amministrativo ad un altro personale.
 
di Antonio Gramsci (16 maggio 1925)
Il problema è questo: la situazione del capitalismo in Italia si è rafforzata o si è indebolita dopo la guerra, col fenomeno fascista? Quali erano le debolezze della borghesia capitalistica italiana prima della guerra, debolezze che hanno portato alla creazione di quel determinato sistema politico-massonico che esisteva in Italia, che ha avuto il suo massimo sviluppo nel giolittismo? 
Le debolezze massime della vita nazionale italiana erano in primo luogo la mancanza di materie prime, cioè la impossibilità per la borghesia di creare in Italia una sua radice profonda nel paese e che potesse progressivamente svilupparsi, assorbendo la mano d'opera esuberante. In secondo luogo la mancanza di colonie legate alla madre patria, quindi la impossibilità per la borghesia d...

Leggi tutto l'articolo