Ecco cosa c'è nei missili lanciati da Israele su Gaza

  Migliaia di dardi d'acciaio lunghi fino a 4 centimetri rilasciati dall'esplosione dei missili sparati dai carri armati israeliani in aree urbane, causando morti e feriti tra la popolazione civile di GazaSostengono i vertici dell'esercito israeliano che l'operazione Bordo di Protezione sia stata intrapresa per "tagliare la testa" ad Hamas, accusata di un fitto lancio di razzi nei confronti di Tel Aviv e altre città e, più in generale, di voler distruggere lo stato di Israele.
L'operazione, presentata in questi termini, avrebbe dovuto avere una precisione chirurgica e colpire esclusivamente i miliziani di Hamas.
Dopo 14 giorni di combattimenti sappiamo che così non è: delle quasi 600 vittime, l'80% sono civili, molti dei quali bambini.Dardi d'acciaio nei missili sparati dai carri armati Ma che armi usa Israele? Tra le altre ce n'è una che si distingue per crudeltà: si tratta di piccolissimi dardi, lunghi più o meno come chiodi (dai 2,5 ai 4 centimetri).
Vengono esplosi a migliaia (in gergo si chiamano flechette) e sono contenuti nei missili dei carri armati: dopo essere stati sparati, i "gusci" dei razzi esplodono a mezz'aria e rilasciano migliaia e migliaia di dardi che si disperdono in un "cono" lungo 300 metri e largo 90, ovviamente non facendo nessuna distinzione tra "terroristi" e "civili".
Le "freccette" possono provocare danni molto seri e, in un'area densamente popolata come quella della Striscia di Gaza, uccidere o ferire gravemente in modo assolutamente indiscriminato.
Israele: "Il loro utilizzo è legale".
B'Tselem: "Colpiscono indiscriminatamente anche i civili" L'utilizzo delle "flechette" in Israele e in altri paesi è legale, ma secondo il PCHR (Centro Palestinese per i Diritti Umani) l'arma sarebbe stata ripetutamente utilizzata anche nell'operazione "Bordo Protettivo", nel villaggio di Khuzaa, provocando il ferimento di numerose donne.
L'IDF, Esercito Israeliano, non ha negato, ma ha ribadito: "Di norma utilizziamo solo armi considerate legittime dal diritto internazionale e conformi alle leggi che regolano i conflitti armati".
I dardi, nella fattispecie, sono considerati legali sia dalla normativa internazionale che dalla Corte Suprema israeliana.
Un rapporto dell'organizzazione per i diritti umani B'Tselem (israeliana) ha tuttavia rivelato che l'arma ha un potenziale elevatissimo di danneggiare o uccidere civili innocenti.
"Numerose norme del diritto umanitario rendono illegale l'utilizzo dei dardi nella Striscia di Gaza.
Uno degli obblighi fondamentali dei conflitti è quello di distinguere tra [...]

Leggi tutto l'articolo