Elisa Isoardi vittima di uno stalker

Al settimanale Top Elisa Isoardi ha raccontato: "Mi è successa una cosa molto strana.
Una persona ha chiamato al telefono qualcuno del mio paese, dove vivono solo 7mila persone, e ha detto: ‘Salve, mi dà il numero della Isoardi?’.
Visto che in paese si conoscono tutti e non esiste il concetto di pericolo, questa persona, pensando di fare bene, gli ha dato il numero di mia mamma.
E così hanno cominciato a chiamare mia madre, alle 4 di notte.
Non era il numero privato ma del ristorante e quindi mia madre non poteva non rispondere alle chiamate dei clienti.
Così ha passato due mesi a rispondere a un uomo che diceva: ‘Ti amo Elisa, ti amo!’.
Lo ripeteva di continuo.
A un certo punto non ce l’ha più fatta, è andata dai carabinieri e ha lasciato loro il numero di telefono dello stalker.
I carabinieri sono riusciti a scoprire chi fosse, poi non ho voluto sapere più nulla di questa storia.
Quello che è successo a me è fastidioso, perché al limite non dormi ma, per fortuna, non sanno dove ti trovi.
Quando invece vengono sotto casa tua è molto più pesante.
Comunque, secondo me non si nasce stalker.
Quando queste persone vengono individuate vanno seguite da psicologi e specialisti altrimenti non smetteranno mai di agire in questo modo.
La Isoardi è ancora ufficialmente single, ma le piacerebbe  diventare mamma: "Oggi ero in macchina e vedevo delle bellissime mamme uscire da Villa Pamphilj con le carrozzine e mi sono detta: ‘Corro a destra e a sinistra e a 32 anni non mi sono mica ricordata di fare un figlio! Però per me l’istituzione è la famiglia, per fare un figlio devi avere un padre.
Oggi noi donne siamo efficienti e autosufficienti però io ho una visione tradizionale della famiglia quindi, quando troverò la persona giusta lo farò." La ricerca dell'uomo ideale ancora è lontano: "Non so dirlo.
C’è qualcosa che succede ed è quasi inspiegabile.
Comunque non succede solo con l’amore ma pure con l’amicizia.
Di solito le persone si riconoscono ed è per quello che poi stanno insieme oppure si creano i gruppi di amici.
A volte invece non ci si riconosce e le coppie e i gruppi si sfaldano.
Come ho letto nel romanzo di Goethe, Le affinità elettive, è un’affinità che senti e non c’è niente da fare." La Isoardi ha, spiegato qualche trucchetto per restare in forma senza troppi sacrifici in palestra o a tavola: "Premetto che sono molto più magra dal vivo che in tv.
L’anno scorso avevano detto che ero incinta ma era perché mangiavo tanto.
Quand’ero a La prova del cuoco avevo il cibo [...]

Leggi tutto l'articolo