Emanuela Orlandi, le due tombe in Vaticano trovate vuote. Il legale: «Incredibile»

Sembra non finire mai il giallo di Emanuela Orlandi, la giovane scomparsa a Roma 36 anni fa: uno dei più intricati misteri italiani. Stamattina alle 8.15, dopo una preghiera davanti ai due sepolcri guidata dal Rettore del Collegio Teutonico, sono iniziate le operazioni al Campo Santo Teutonico: «Le tombe aperte questa mattina sono risultate vuote», ha riferito Pietro Orlandi, fratello di Emanuela. Le operazioni si sono concluse alle 11.15: «Le ricerche hanno dato esito negativo: non è stato trovato alcun reperto umano né urne funerarie», ha confermato il direttore della sala stampa vaticana Alessandro Gisotti.
«Non ci sono sepolture e non ci sono ossa: le due tombe sono completamente vuote, è incredibile», ha detto l'avvocato Laura Sgrò, legale della famiglia di Emanuela Orlandi. «Le operazioni si sono concluse: una tomba è in fase di chiusura per l'altra è stato disposto l'ordine che resti aperta ancora per qualche ora. L'unica certezza - sottolinea Sgrò lasciando la città del Vati...

Leggi tutto l'articolo