Emo l'uomo tigre

 
Emo l'uomo tigre
Siamo nel pullman di Cotronei, quello che noi prendiamo per ritornare a casa.Come tutti i giorni, cerchiamo di sederci ai posti di dietro per poter parlare di vari argomenti (anche della nostra ciotia). Emo, essendo un animale, cerca sempre di prendere il posto centrale, perchè, davanti ad esso non ci sono altri sedili (e si soffre di meno il caldo). Di solito ci riesce sempre, ma un giorno trovò un ostacolo sul suo dominio. Infatti Cipollino, ragazzo a cui evidentemente non sono note le gesta di Emo, si era seduto al suo posto e non aveva intenzione di cederlo a nessuno, tanto meno ad Emo. Emo, arrivato in prossimità del sedile, intimò con toni decisi: "Beh, fämme passare" e si sedette vicino a Cipollino.
Arrivati ad una fermata Cipollino si alzò per scendere come consuetudine, ma poi cambiò idea. Emo immediatamente si sedette nel mezzo e si spaparanzò, piegando tra l'altro un bracciolo che gli era andato nel fianco, ma poi lo raddrizzò. Cipollino si girò con l'inte...

Leggi tutto l'articolo